Accessori Uomo

L’AMY ITALIA

L’AMY ITALIA

Ciao ragazzi, oggi vi presento i miei nuovi occhiali dell’azienda L’AMY ITALIA.

L’Amy Italia è una società che fa parte del gruppo ILG, leader mondiale nel settore luxury, licenziatario di molti brand in diverse categorie di accessori: orologi, occhiali, gioielli e pelletteria. La grande conoscenza nello sviluppo dei prodotti permettono a ILG di comprendere il DNA di un prodotto rinforzandolo grazie all’incremento della produzione in termini di artigianalità e qualità. Una solida piattaforma internazionale con forti potenzialità di crescita grazie ad un gruppo dinamico e solido.

Ora vi parlerò delle origini storiche di questa azienda.

L’Amy: fabbricanti francesi di occhiali dal 1810

La famiglia Lamy fu una delle famiglie coinvolte nello sviluppo dell’artigianato riguardante la produzione di occhiali. È grazie a Louis Félix LAMY, nato a Les Rousses (Giura) nel 1779, che questa società venne fondata nel 1810.All’inizio Louis Félix LAMY si concentrò sulla vendita di occhiali in Svizzera ed in Italia per la loro vicinanza al Giura, dipartimento francese della regione Borgogna-Franca Contea. Il commercio con questi altri paesi ha portato ad un successo commerciale internazionale.

Nel 1879, suo nipote, Auguste LAMY si unì alla società ed iniziò ad esportare le montature di suo nonno in Australia.
Questa iniziativa riscosse successo e le collezioni LAMY vinsero un premio alla fiera internazionale di Sydney ed anche a Melbourne l’anno succesivo.
Nel 1883, Auguste costruì la prima fabbrica moderna della Francia per produrre occhiali, situata sulla Rue Gagneur di Morez. La nuova fabbrica era ancora più innovativa e pionieristica. Era la prima fabbrica elettrica di Morez, con macchine alimentate da idroelettricità.
È così che nacque l’azienda conosciuta come Auguste Lamy Fils.
L’era moderna dell’industria eyewear
Nel 1963, LAMY era un comune nome nella zona del Giura, per aiutare l’impresa a distinguersi da altre società della stessa regione, Auguste LAMY & Fils è stato abbreviato a LAMY e un apostrofo è stato aggiunto per rendere L’AMY un nuovo nome.
L’AMY si trasferì nel 1964 a 216 Rue de la République in MOREZ in una fabbrica più grande.
Con la loro passione e competenza, i fratelli Robert e Jacques hanno reso l’azienda una delle aziende leader nell’industria degli occhiali.
Nel 1970 l’AMY era n. 1 nel suo settore in Francia, producendo 1,2 milioni di occhiali all’anno con una quota del 75% delle vendite all’esportazione.
Nel 1981, il team di gestione è stato ampliato per includere Marc e Hervé LAMY.
Nel 1989 sono state create altre due filiali, L’Amy SRL di Milano e L’Amy Australia con sede a Sydney.
Dopo aver dimostrato di essere un produttore di occhiali, il gruppo L’AMY ha attirato l’attenzione di marchi rinomati.
Nel 1981 L’AMY ha firmato uno dei primi contratti per la progettazione, la produzione e la distribuzione di una collezione di occhiali sotto licenza, con il marchio LACOSTE. Una partnership che è durata 25 anni.
Altri brand hanno seguito l’esempio di LACOSTE e scelto L’AMY per creare le loro collezioni di occhiali.
Oggi il Gruppo L’AMY ha un intero portafoglio di marche complementari incentrate su due segmenti: “Moda” e “Lifestyle”.
Specializzata nella produzione di occhiali in licenza, L’AMY è uno degli ultimi produttori di occhiali francesi esistenti.
Orgogliosa del suo patrimonio e delle sue radici nel Giura, l’azienda fa il punto di produrre parte delle sue collezioni sotto l’etichetta Made In France, promuovendo la produzione di occhiali francesi e soddisfando le esigenze degli ottici, nonché sviluppando la propria esperienza presso la fabbrica di Morez .
VI ALLEGO LE LORO PAGINE UFFICIALI
Facebook: L’AMY
Instagram: L’AMY
Sito Web: L’AMY

You may also like...

10 Comments

  1. Sei un grande Carmine <3

  2. Non ho mai sentito parlare di questa azienda. Grazie per avermela fatta conoscere <3

  3. Patrick says:

    amazing <3

  4. Amazing <3

  5. StephenPem says:

    this blog is amazing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *